fbpx

Il Centro Ray vive! L’orario delle lezioni online

Lezioni Yoga Online al Centro Ray

Sappiamo tutti come vanno le cose, cioè non troppo bene diciamo. Il Centro Ray così come tutte le altre ASD del Paese terrà le porte chiuse in attesa di tempi migliori. Questo però non significa che ce ne restiamo con le mani in mano: le attività non si fermano!

Yoga online

I corsi Yoga del Centro Ray infatti proseguono online in due diversi formati. Per chi lo desidera e ne ha la possibilità, c’è l’opzione di seguire le lezioni Yoga online tramite videochat. In alternativa tutti i Soci del centro hanno la possibilità di scaricare le video lezioni delle pratiche Yoga mensili e quelle “speciali” dedicate a Yoga e Qi-Gong, auto-riabilitazione e altre che verranno.

Come fare

Per ricevere i video delle lezioni e per partecipare alle lezioni dal vivo è sufficiente scrivere alla mail del Centro Ray e chiedere alla nostra insegnante Antonella. Tutto ciò che occorre è avere un computer o un tablet con connessione a internet, microfono e webcam. Chi non fosse già socio del Centro Ray può comunque scrivere ad Antonella e chiedere informazioni. Di seguito gli orari delle lezioni.

Orario lezioni Yoga online

LunediMartedìMercoledìVenerdì
18:00 Yoga & Qi-Gong 18:00 18:00
19:15 19:1519:1519:15

Il mondo alla rovescia – Le posizioni Yoga di Marzo e Aprile

Prosegue, nonostante tutto, il programma yoga del Centro Ray, che in quest’anno bisesto, dopo “Le Magnifiche 20” di qualche stagione fa, si concentra sullo sviluppo di altre dieci “magnifiche” posizioni Yoga. Magnifiche per completezza e perché no, anche per la loro bellezza.

Stabilità e fiducia

Visto come stanno andando le cose in queste ultime settimane, il programma de “Le Magnifiche 2.0” di Marzo e Aprile calza a pennello, poiché l’epicentro delle pratiche di questi due mesi saranno due asana che ribaltano letteralmente le prospettive. Inoltre, gli attributi che riassumono l’essenza di queste due posizioni Yoga fanno appello alla stabilità e alla fiducia, due qualità che recentemente scarseggiano nel nostro quotidiano, ma che difficilmente si trovano anche nel supermarket più fornito.

Prasarita Padottanasana – Gambe allungate – L’essenza della stabilità

È una posizione che combina l’estensione, la flessione e l’inversione perché, nella fase finale, porta il palato più in basso rispetto all’ombelico.
Gambe allungate necessita il prendere le “giuste misure” riguardo l’apertura delle gambe per far sì che siano proprio le gambe e i piedi ben appoggiati a dare stabilità alla posizione; più fermo sarà il sostegno delle gambe, più rilassato sarà il busto e la respirazione.

Halasana – Aratro – Il ribaltarsi con fiducia

In Halasana occorre calma e concentrazione ed è necessario mantenere la maggior parte del peso del corpo sulle spalle e sulle braccia per evitare l’iper-flessione del collo. Usando una coperta piegata per sostenere le spalle, con la testa al di fuori di essa, si protegge il collo liberando il tratto cervicale dall’eccessiva compressione.

I muscoli coinvolti in queste posizione sono molto numerosi e vanno letteralmente dalla punta delle dita, fino agli alluci, coinvolgendo anche, ma non solo, bicipiti, trapezi, pettorali, addominali, ischio-crurali, glutei, quadricipiti e peronei. Maggiori informazioni sulle caratteristiche di questi asana si possono trovare, come al solito, nelle dispense che vengono fornite gratuitamente ai soci del Centro Ray.

Un risveglio dinamico: lo Yoga in attesa della primavera

Buon 2020 a tutti! Quale modo migliore per cominciare un nuovo anno di Yoga al Centro Ray se non con una nuovissima pratica che sgranchisca un po’ muscoli ossa e mente in vista dell’arrivo della primavera? Ebbene sì, è ora di rimetterci in moto, perché – anche se là fuori è ancora buio e freddo – le giornate hanno ricominciato ad allungarsi e lentamente l’energia torna a scorrere in noi, come nella terra. Non è un caso infatti se nei prossimi due mesi le nostre parole chiave saranno energia e agilità!

Ovviamente anche questa pratica fa parte de Le Magnifiche 2.0, il programma Yoga che ci accompagnerà fino alla prossima estate durante il quale approfondiremo lo studio di dieci posizioni Yoga definite senza false modesti “magnifiche”. Magnifiche perché, per dirla in termini semplici, ognuna di esse è fra le più complete fra tutte le posizioni dello Yoga “classico”, e ognuna di esse coinvolge e stimola tutto il nostro corpo, inteso come muscoli, ossa, organi e – perché no – anche il cervello.

Ognuna di queste dieci magnifiche posizioni ha un attributo che ne riassume l’essenza e come già accennato, nei prossimi due mesi andremo a risvegliare i nostri organismi sopiti, ripieni e letargici concentrandoci su questi due magnifi asana:

Triangolo laterale ruotato Parivrtta Trikonasana – La spirale dell’energia
In Parivrtta Trikonasana si connettono due opposte rotazioni attraverso il movimento della colonna vertebrale; le spalle in una direzione e il bacino nella direzione opposta. Contemporaneamente la parte superiore del corpo si espande mentre la parte inferiore si contrae, il bilanciamento di rotazione ed espansione  trasforma il corpo in una spirale di energia.

Posizione di Trivikrama con testa al ginocchio – Trivikramasana – La forza dell’agilità
Trivikrama ( Tri = tre, Krama = passo lungo, andatura) è uno dei nomi del Dio Visnu e questo asana è dedicato a Vamana, l’incarnazione del Dio nelle spoglie di nano. Il più importante mito vedico di Visnu è la storia dei suoi tre passi: “Grazie alle pratiche ascetiche, Bali, il re degli anti-dei, aveva ottenuto la sovranità dei tre mondi. Gli Dei, privati della loro residenza e del profumo delle offerte, chiesero aiuto a Visnu. Il Dio scese sulla terra nell’aspetto del nano Vamana che si recò da Bali e gli chiese di concedergli tanta terra quanta ne avrebbe potuta percorrere con tre falcate. Bali acconsentì senza esitazione a quella che riteneva una richiesta molto modesta. Immediatamente Vamana assunse una grandezza smisurata e oltrepassò il cielo, la terra e lo spazio intermedio, l’intero trimundio, in tre passi e poi affondò Bali negli inferi.” (Vayupurana)

La descrizione dell’anatomia funzionale e dei punti chiave della tecnica per eseguire queste e le altre posizioni della pratica Yoga, la troverete come al solito nella dispensa illustrata mensile di cui i Soci del Centro Culturale Ray possono usufruire gratuitamente.