Le posizioni Yoga di dicembre – parte II

In attesa della ripresa dei corsi yoga il 7 gennaio 2014, prosegue la rassegna di asana per le vacanze a cura del Centro Culturale Ray di Milano, con due posizioni e una piccola storia…Makarasana

La Posizione del Makara

Il Makara è il mitico mostro marino che assembla in sé parti di pesce, tartaruga, coccodrillo ed elefante. Simboleggia la forza vitale dell’acqua ed incarna in sé tutti gli aspetti degli animali che lo formano. Il Makara è l’animale simbolo del dio Varuna e delle dee fluviali nonché l’animale simbolo del secondo cakra.

Nella versione I la posizione permette di approfondire la respirazione addominale determinando un profondo massaggio e decongestionamento in tutta la zona, oltre al rilassamento della schiena e del collo. Nella versione II, la posizione è molto più intensa. Si dice che porti ad aumentare la forza e il calore del corpo. Anche nella seconda versione si ottiene un massaggio addominale, ma la colonna vertebrale viene stimolata molto più intensamente tanto da raccomandare precauzione nell’ eseguirla.

Pascimottanasana – da Pascima ”che sta dietro, posteriore, occidentale” e Uttana ” teso in fuori”.

La Posizione dell’estensione dell’ovest.

La posizione, meglio conosciuta con il nome di ‘pinza’, tonifica gli organi addominali e i reni, migliora la digestione e mantiene elastica la colonna vertebrale. Stimola la circolazione e calma la mente. La tradizione attribuisce a questa posizione la capacità di distruggere i parassiti interni.

Bookmark the permalink.

Comments are closed.